Lo zaino fotografico per gli appassionati del settore

 

Coloro che coltivano l’hobby della fotografia sanno bene come l’attrezzatura necessaria per chi ha una fotocamera reflex sia pesante e ingombrante: oltre al corpo macchina, infatti, i fotografi portano con sé diversi obiettivi, e magari anche altri accessori come un cavalletto o un flash esterno. Dal momento che si tratta di apparecchiature costose e delicate, è necessario proteggerle in modo adeguato con uno zaino fotografico imbottito. Sul mercato esistono moltissimi zaini specifici per l’attrezzatura fotografica, divisi principalmente in due categorie: quelli con due spallacci, essenzialmente simili agli altri zaini, e quelli monospalla.

 

Zainetti fotografici

 

 

Monospalla o con due spallacci?

Il vantaggio principale degli zaini monospalla consiste nella possibilità di accedere più velocemente al contenuto, facendo scorrere lo zaino dalla schiena al petto; così facendo non è necessario togliere lo zaino dalle spalle per prendere o riporre la propria attrezzatura, con un notevole risparmio di tempo. Allo stesso tempo, gli zaini monospalla scaricano gran parte del peso sulla schiena invece che sulle spalle, consentendo così di portare la propria attrezzatura senza eccessiva fatica su una spalla. Ciò nonostante, chi soffre di problemi alla schiena potrebbe comunque preferire uno zaino tradizionale con due spallacci, in cui la divisione del peso è certamente più equilibrata.

Molto spesso la passione per la fotografia viene assecondata durante un viaggio o una gita fuori porta, ed in questo caso può capitare di avere uno zaino adatto a tutte le proprie esigenze, tranne quelle che concernono l’attrezzatura fotografica.

 

Per amatori:

Un ottimo prodotto per queste situazioni è la custodia imbottita per fotocamere DSLR DI XCSource: si tratta di un sacchetto imbottito realizzato in tessuto impermeabile, con divisori flessibili e rimovibili, che può essere inserito in qualsiasi zaino o borsa. Il sacchetto è realizzato in nylon impermeabile, pesa solo 180g e include cinque cuscinetti imbottiti con attacco in velcro, che possono essere sistemati e composti in modo da creare gli scompartimenti adeguati alla propria attrezzatura. Si tratta della soluzione ideale per i fotografi amatoriali, che portano con sé la fotocamera in modo saltuario e vogliono avere la flessibilità necessaria per portare con sé la propria attrezzatura senza rinunciare al proprio zaino preferito.

 
Zaino fai da te per macchina fotografica
 

 

Semplice e capiente per fotoamatore:

Un’altra soluzione semplice e con un ottimo rapporto qualità prezzo è lo zaino per fotocamera reflex/laptop di AmazonBasics: si tratta di uno zaino imbottito abbastanza capiente per riporre due fotocamere reflex, 3-4 obiettivi e un PC portatile da 17 pollici, oltre a tutti gli altri piccoli accessori che possono essere necessari. Lo zaino è dotato anche di lacci laterali che consentono di assicurare gli accessori più ingombranti all’esterno dello zaino, come ad esempio il cavalletto. Si tratta di uno zaino dalla linea semplice, realizzato in poliestere impermeabile all’interno e in velluto all’interno; per le sue dimensioni, è adatto anche ai fotografi più esigenti, che grazie alla possibilità di portare con sé il PC portatile potranno anche effettuare la post-produzione in loco. Gli spallacci imbottiti e la cinghia per la vita consentono inoltre il massimo comfort anche quando lo zaino è pieno, rendendolo adatto anche per le escursioni più lunghe.

 
Zaino macchina fotografica
 



 

Grosso, adatto ai mancini:

Lo zaino per fotocamere Evolution 8 di Tamrac è invece un modello estremamente versatile e adatto anche alle esigenze più professionali: il sistema Tamrac Tuck-A-Way consente di utilizzarlo sia come zaino che come monospalla su entrambi i lati, venendo incontro anche alle esigenze dei mancini; il sistema Triple Access System consente invece di accedere al contenuto in tre modi diversi, dal pannello centrale oppure dalle due aperture laterali. È presente inoltre un sistema di aggancio esterno per un treppiede, mentre in una tasca interna è contenuta una copertura impermeabile da applicare sullo zaino in caso di pioggia. Si tratta di uno zaino estremamente capiente: consente di trasportare una macchina reflex con obiettivo fino a 20 cm di lunghezza montato, tre lenti aggiuntive, un flash, un PC portatile da 15.6 pollici e tutti gli accessori necessari. Anche in questo caso sono presenti dei divisori interni regolabili.

 
zaino fotografico con apertura frontale
 

 

Con apertura posteriore:

Chi invece deve viaggiare a lungo in luoghi affollati, e teme l’eventualità di un furto, potrà scegliere di viaggiare con lo zaino per fotocamera Sequence di Dakine. Si tratta di uno zaino molto capiente, dalla capacità di 33 litri; realizzato in nylon 420 denari, la sua peculiarità consiste nell’accesso tramite cerniera zip dal lato posteriore, che renderà l’apertura della borsa impossibile per un malintenzionato. Oltre al pannello con apertura posteriore sono presenti due tasche esterne con cerniera, una tasca laterale con superficie antiscivolo per il treppiede, delle cinghie di compressione del carico per tenere fermo il contenuto anche quando lo zaino non è del tutto pieno e delle ulteriori cinghie sulla parte frontale per fissare ulteriori strumenti. Anche in questo caso è prevista una tasca per il PC portatile e un cuscinetto imbottito rimovibile per proteggere la fotocamera. Si tratta di uno zaino pensato per i lunghi viaggi: gli spallacci imbottiti e la cintura per la vita aiutano a distribuire bene il carico, rendendo lo zaino confortevole anche sulle lunghe distanze.

 
zaino fotografico con apertura posteriore
 

 

Zaino reflex per montagna:

Coloro che invece vedono la passione per la fotografia come il giusto coronamento di un’escursione in montagna apprezzeranno invece lo zaino MB Pro Light 3N1-36 di Manfrotto: si tratta di uno zaino tecnico adatto anche agli escursionisti e ai fotografi professionisti, che può essere utilizzato in tre modalità: zaino normale, monospalla da entrambi i lati o zaino incrociato, che consente di sfruttare il meglio delle due modalità precedenti, sganciando all’occorrenza uno dei due spallacci per accedere facilmente al contenuto. Lo zaino è dotato di un’apertura laterale che consente di accedere rapidamente alla fotocamera o agli obiettivi, e di un pannello frontale con cinghie per assicurare un treppiede alla borsa. Si tratta di uno zaino estremamente versatile e adatto a una giornata all’aperto: anche quando la parte posteriore viene dedicata completamente all’attrezzatura fotografica, infatti, il vano anteriore rimane libero per gli oggetti personali. Questo modello può contenere fino a due corpi macchina e cinque obiettivi, e ha una tasca per contenere un tablet fino a 10 pollici. Anche in questo caso gli spallacci imbottiti e la cintura in vita consentono il massimo comfort durante il trasporto, permettendo di distribuire adeguatamente il peso.

 
zaino fotografico da montagna
 

Potrebbero interessarti anche...